Dettagli prodotto

Sinossi ufficiale:

Don Rocco Alfieri non è più quello di un tempo, i pensieri lo stanno tradendo e dal suo feudo nell’hinterland sud di Milano sta perdendo il controllo sugli affari criminali della Società. Il figlio prediletto Domenico, detto Micu Bang Bang, si trova in carcere; il secondogenito, Antonino, non è pronto per ereditare il bastone del comando. Poi ci sono i Procopio, la cosca satellite relegata da generazioni a fare il lavoro sporco, che cerca di alzare la testa alleandosi con la mafia albanese e la mala egiziana. Filippo Barone è un consulente milionario. Ripulisce denaro, pilota appalti e fa da cerniera tra il mondo di sotto, dove si muovono grandi casati malavitosi e narcotrafficanti internazionali, e quello di sopra, popolato da ricchi imprenditori, senatori corrotti e broker senza scrupoli. Barone vive una torrida storia con Bianca Viganò, una modella e influencer dai lunghi capelli castani, legata profondamente all’amico d’infanzia Leonardo Ferrari, un bravo ragazzo di quartiere che spaccia cocaina tra le panchine di Piazza Prealpi. Il loro mondo non cambia mai. Li tiene uniti in una tragedia moderna e senza pietà, dove nessuno si salva e dove, dai grattacieli di CityLife ai nightclub di Corso Como, si sovrappongono i mille volti della criminalità multietnica di Milano, i sogni di successo dei ragazzini cresciuti ascoltando trap nei casermoni popolari della periferia, gli affari sporchi dei faccendieri che muovono milioni di euro dagli uffici open space con vista sul Duomo. Tutti insieme, nell’amore e nell’odio, accomunati da un unico destino. Perché il mondo non cambia, ma l’Apocalisse è alle porte.

Recensione a cura di Dario Brunetti:

Milano il mondo non cambia: Omicidi, politica, criminalità sotto la Madonnina è il nuovo romanzo di Thomas Melis, uscito per la Fratelli Frilli editori.

Fu un lontano 13 gennaio del 1994 in cui la Commissione Parlamentare d’inchiesta nel corso dell’XI Legislatura sul fenomeno mafioso approvava la relazione sugli insediamenti e le infiltrazioni criminali che si contestualizzava soprattutto in Lombardia.

Facendo studi o ricerche saremmo mai arrivati a pensare che Milano si sarebbe collocata al 52 ° posto nella graduatoria delle 158 città d’Europa?

Quartieri come Quarto Oggiaro, Lambrate, Giambellino, Lorenteggio, Barona sono diventati estremamente pericolosi e ad alto rischio.

Proprio quest’ultimo raccontato in una canzone dal rapper Marracash featuring Young Rame ecco il link: https://youtu.be/3tlRRY8stDo 

Doveroso fare queste premesse con brano musicale, per introdurre questo prezioso testo di genere noir per raccontarci il crimine vero e attuale dove la finzione della narrativa si mescola alla cruda realtà e dove regolamenti di conti tra cosche, spaccio di droga diventano uno stile di vita, a costo di far valere la legge del più forte.

Si fa presto a diventare subito dei re, dal più potente capoclan di una n’drina calabrese a un killer spietato, a un trapper che fa prevalere la sua musica sentendosi un onnipotente a un politico colluso che favorisce le attività illecite della criminalità organizzata.

Ecco sono loro i protagonisti di questo romanzo corale, Melis delinea nella sua magnificenza uno spaccato reale conducendo il lettore nell’hinterland milanese attraverso un registro narrativo perfetto, ci racconta il declino di una potente famiglia, gli Alfieri che sembrano perdere il controllo degli affari criminali della Società, Don Rocco ormai il capo bastone ormai troppo vecchio per un’attenta gestione, suo figlio Antonino non all’altezza per prendere in mano le redini e il pericoloso fratello Domenico detto Micu Bang Bang è in carcere, intanto i Procopio, potente cosca e braccio armato pronto regolare i conti prendono sempre più il sopravvento alleandosi e facendo affari con la mala egiziana e albanese.

Inoltre c’è chi sa fare il lavoro più elegante e raffinato, quel Filippo Barone abile nel saper indirizzare gli appalti, e a stringere contatti con potenti narcotrafficanti del Sud America e infine c’è l’inesauribile bellezza mozzafiato della modella Bianca Vigano che divide il suo cuore con lo stesso Filippo e l’amico di vecchia data e spacciatore di droga, Leonardo Ferrari.

L’asfalto sembra diventare sempre più caldo quando sfrecciano le moto che s’impadroniscono di quei quartieri della periferia, dando sfogo a sparatorie da far west, dove a parlare, sono solo le armi che decidono i destini di loschi criminali che si annullano tra di loro in un mondo dove non ci sono vincitori, ma solo eterni sconfitti.

Un noir d’inchiesta duro, potente, cattivo ma tremendamente reale che non fa sconti in attesa dell’Apocalisse, una prova maiuscola di un autore che ha saputo offrire una storia che saprà catapultare il lettore nel lato oscuro di una città come Milano ormai calata in una dimensione del tutto nuova e dove sembra essere diventata sempre più terra di conquista delle più potenti cosche criminali insediatesi già da tanto tempo e che ormai hanno trovato la loro collocazione.

Romanzo di straordinaria fattura e dalla qualità eccelsa di un autore che potrà ritagliarsi uno spazio importante nella letteratura di genere noir-poliziesca.

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie.

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...