Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Mondadori; Illustrated edizione (28 giugno 2022)

  • Lingua ‏ : ‎ Italiano

  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 224 pagine

  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8804746548

  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804746546

  • Clicca qui per acquistare il libro → amazon

Biografia:

Piero Trellini ha scritto per “la Repubblica”, “La Stampa”, “Il Sole 24 Ore”, “Il Messaggero” e “il manifesto”. Ha pubblicato La partita. Il romanzo di Italia-Brasile (Mondadori, 2019, vincitore del Premio Bancarella Sport e del Premio Mastercard), Danteide (Bompiani, 2021) e L’Affaire. Tutti gli uomini del caso Dreyfus (Bompiani, 2022).

Fonte: Mondadori

Piero Trellini

Sinossi ufficiale:

È il 5 luglio 1982, sul quadrante dell’arbitro Klein scattano le 17.15. Nel ventre del vecchio stadio Sarriá di Barcellona ventidue uomini affidano a un pallone i destini delle proprie esistenze. Non sono i soli a giocarsi la partita della vita. I novanta minuti che stanno per affrontare Italia e Brasile sono determinanti per un universo intero composto da giornalisti, tecnici, presidenti, fotografi, dirigenti, politici e semplici spettatori. Ciascuno di loro sta giocando una propria partita: contro le condizioni avverse, i propri limiti e il tempo rimasto. Il sole è ancora alto, il prato bagnato, lo stadio pieno, l’epilogo scritto. Nessuno può immaginare che quella sarà la più grande partita mai giocata in un campo da calcio. E che tutti loro rimarranno intrappolati in un eterno presente della memoria collettiva. Attraverso fotografie, oggetti, reliquie, documenti e giornali – raccolti, custoditi e raccontati da Piero Trellini – questo volume, vero e proprio “libro illustrato d’autore”, ripercorre la storia di Italia-Brasile del 1982, svelandone ogni segreto, scoprendo particolari invisibili e trovando indizi sconosciuti, tutti capaci di restituire potentemente sguardi, atmosfere, luci e persino voci di quelle ore.

Recensione a cura di Piero Genovese:

Nell’anno del quarantennale di una delle partite più belle e drammatiche della storia del calcio, quell’Italia – Brasile che terminando 3 a 2, spalancò la porta della finale per gli Azzurri che si aggiudicarono in seguito il titolo di Campioni del Mondo battendo la Germania, Piero Trellini offre una versione del tutto nuova de “La Partita “.

Il sottotitolo del libro, “Le immagini di Italia-Brasile” chiariscono, senza alcun dubbio, la principale novità della nuova edizione: uno straordinario, ricchissimo e affascinante corredo iconografico che accompagna tutta la narrazione della partita.

Attraverso fotografie, oggetti, reliquie, documenti e giornali – raccolti, custoditi e raccontati da Piero Trellini, “La partita”, non è solo il racconto di Italia – Brasile, andata di scena il 5 luglio 1982 allo stadio Sarrìa (oggi non più esistente), ma è un intersecarsi di storie e calciatori, dirigenti sportivi, Capi di Stato, arbitri.

Un volume che regala spaccati di storia per chi era, in quel periodo, troppo giovane e non aveva prontezza di quanto accadeva ed è accaduto.

Erano i mondiali del Brasile di Cerezo, Zico, Falcao, Socrates e Junior, dell’Argentina dell’astro nascente Maradona e dell’Italia di Rossi, che appena tre mesi prima di quella spedizione aveva finito di scontare una squalifica per la controversia del calcio-scommesse e convocato da Bearzot, che aspettò lo stesso Rossi, prima del mondiale e dopo le prime tre disastrose partite, un centravanti fermo da due anni, sotto peso, che appariva spento.

Quella vittoria inaspettata ha decisamente travalicato lo sport, diventando il simbolo di un paese che usciva dagli anni 70 del terrorismo, per entrare nei colorati anni 80: il riscatto del Made in Italy, del benessere e delle tv commerciali.

Quel Mundial fu decisivo anche per la Spagna. Non per un risultato sportivo che mancò del tutto – la nazionale di Arconada e Santillana non superò la seconda fase a gironi, eliminata dall’allora Germania Ovest

Il paese si aprì al mondo, rivide la luce dopo decenni dominati da una dittatura – conclusasi solo sette anni prima con la morte naturale del Caudillo – che l’aveva ricacciato in un angolo oscuro, ma per i risvolti politici e sociali.

La Spagna mostrò in quelle settimane un’immagine diversa di sé, al civico 99 del Paseo della Castellana la stampa internazionale chiamata a coprire il Mondiale potè ammirare il grande mosaico di Joan Miró allungarsi come un antico fregio sull’entrata del Palacio de Congresos, sede del giornalismo sportivo unita al Bernabeu con un’avveniristica passerella costata 60 milioni di pesetas.

Il libro di Trellini quindi, va oltre il calcio, oltre il racconto di una partita. E’ un volume che regala spaccati di storia per chi era, in quel periodo, troppo giovane e non aveva prontezza di quanto accadeva ed è accaduto.

È la favola e la storia vera di uomini, come quelli di Bearzot, che hanno saputo affrontare il Brasile a viso aperto, una chiave di volta che poi portò al successo finale del mondiale 1982.

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie.

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...