Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Frilli (24 maggio 2021)

  • Lingua ‏ : ‎ Italiano

  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 208 pagine

  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8869435261

  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8869435263

  • Peso articolo ‏ : ‎ 110 g

  • Dimensioni ‏ : ‎ 12 x 1.2 x 19 cm

  • Clicca qui per acquistare il libro su → amazon

Sinossi ufficiale:

Un omicidio che solleva un dedalo di supposizioni, un labirinto investigativo fra prospettive illusorie, ipotesi ingannevoli, sentieri monchi. Un intreccio contorto, la cui complessità travalica le esigue capacità investigative di Farfuglia e i ristretti circuiti neuronali del giornalista Parente. Elementi pulviscolari in una nebulosa di umanità contraddittoria orbitano intorno al Bar Marco. Lo sfondo però è magico, i Mondiali ’82, la grandiosa vittoria di un’Italia che rinasce tra le partite di calcio, i goal di Paolo Rossi e il Presidente Pertini che accompagna il suo popolo. Mario il barista, al centro di una galassia di vite oblique, distilla nei suoi ragionamenti una tenace curiositas mai disgiunta da una pietas sincera, ben sapendo che la soluzione non appartiene all’inaccessibile sfera del mistero ma ai meandri dell’enigma, che celano sempre una spiegazione razionale. E il labirinto si trasforma in un gioco di specchi. L’identità di due disegni genetici gemelli, di due vite biologiche sovrapponibili, trasfigura in due esistenze anagrafiche speculari dove ciò che è destro, sinonimo di diritto, retto, diventa – nell’ immagine riflessa – sinistro, inquietante, minaccioso. Come nella simmetria degli specchi e il loro capovolgimento, le polarità del positivo e del negativo si invertono e ribaltano la direzione di due destini: l’agiato perbenismo di provincia si dissolve in abissi inconfessabili. Mario cerca il colpevole e vuole ostinatamente credere nella verità, cerca in quei frammenti trattenuti nello specchio che riflette finché trova il dettaglio, la nota dissonante, il particolare insignificante che svela l’elemento significante. Dopo il grido di vittoria degli Azzurri le indagini saranno ancora più sorprendenti, spinte anche un po’ dall’urlo di Tardelli e la sorpresa di Pablito.

 

Recensione a cura di Dario Brunetti:

Dopo l’esordio del 2019 con il romanzo un Pastis al Bar Marco torna l’autrice Morena Fellegara con la seconda avventura del barista-investigatore dal titolo Il gioco degli specchi edito dalla Fratelli Frilli di Genova.

Ambientato a Sanremo nel 1982, nel bar Marco sono tutti in fervida trepidazione per l’Italia di Bearzot che sta disputando il Mondiale e si trascorrono le serate tra il famoso biliardo che raccoglie tutti i veri amanti del gioco e le partite della nazionale di calcio.

Si vivranno i momenti, le attese con i personaggi che troveranno in una partita di calcio, la valvola di sfogo ai disagi che la vita comporta. Basta una finale dei Mondiali per fermare un paese e dimenticare tutti i problemi della quotidianità, se pensiamo al giorno d’oggi che questi eventi sono ancora più spettacolarizzati e allora personalmente faccio un salto indietro affermando con convinzione che amo più ricordare la vittoria del Mondiale del 1982 che la più recente del 2006 in Germania.

Infatti, in quel periodo, i campionati di calcio di serie A, B e C erano sotto l’occhio del ciclone per la vicenda legata a Calciopoli. Sicuramente sarò un nostalgico e il ricordo abbraccia più il Mondiale vinto dall’Italia di Bearzot, forse c’erano i veri valori dello sport che al giorno d’oggi sono andati perduti proprio perché il calcio professionistico è divenuto un enorme business. La vera causa è legata dagli stipendi milionari delle società di calcio che a loro volta sono quotate in borsa, trasferimenti con cifre da capogiro, diritti televisivi e interessi economici spaventosi, penso che si sia perso completamente il senso della misura arrivando così a un punto di non ritorno.

Ma il romanzo non è solo legato ai Mondiali dell’ottantadue, tutt’altro siamo davanti a un giallo e quindi a un delitto, ma anche di fronte alla storia di due sorelle gemelle, ci saranno invidie e gelosie, ma quando una delle due viene ritrovata cadavere, inizia per Mario, la sua indagine privata.

Dove il Maresciallo Farfuglia non può arrivare, ci pensa Mario e il suo amico giornalista Parente saranno come Nero Wolfe e Archie Goodwin. Il primo mentre lavora nel suo bar è dedito a studiare le persone, cercando di carpire i comportamenti, l’altro invece sarà inviato dallo stesso Mario a raccogliere informazioni per unire i tasselli di un’indagine particolarmente complessa, servirà l’intuizione del brillante investigatore per assegnare il colpevole alla giustizia.

Giallo psicologico che affronta il tema della dualità, abbiamo di fronte due sorelle, una contrapposta all’altra, la buona per eccellenza e la cattiva, l’autrice con acume ne contraddistingue i profili, ma cosa si nasconde dietro il loro apparente lato ?

Ma questo è un romanzo delle maschere che cadono dal viso nel momento in cui si approfondisce la conoscenza delle persone che frequentano il bar e per Mario che ha questa spiccata dote, non può fare altro che focalizzare l’attenzione su ognuno di loro che si fidano della bontà dell’uomo e si confessano a lui come se fosse un prete.

Il protagonista è un uomo che rinuncia al dialogo e quindi preferisce starsene quasi in silenzio, per avere un quadro chiaro e limpido delle situazioni che si prospettano, dall’ascoltare gli altri non può trarne che vantaggio.

Il gioco degli specchi ha una trama ben congegnata, l’autrice si avvale di una scrittura piuttosto scorrevole per costruire un giallo con un intreccio interessante favorendone una lettura d’indiscussa qualità, ambientata nell’estate del 1982, un periodo fondamentale per la storia del nostro paese e dove basta una finale di calcio per rialzare la china. L’impatto mediatico della vittoria dei Mondiali rappresentò il riscatto e la voglia di riemergere, decretando forse la svolta per il nostro paese che doveva necessariamente venire fuori da episodi di forte tensione sociale come il Terrorismo.

Attraverso le pagine di un buon giallo si rivivono dei momenti storici della nostra Italia, l’autrice è riuscita ad amalgamare con il giusto equilibrio la componente legata al filone dell’indagine psicologica con il metodo dell’osservazione e l’altra che documenta in maniera certosina gli eventi che si sono succeduti ne, è venuto fuori (visto che siamo in un bar) un cocktail tutto da gustare.

 

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie!

 

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...