Dettagli prodotto

Sinossi ufficiale:

Persone, luoghi, creature senzienti, paesaggi, atmosfere, mare e cieli immensi, sospensione di tempo e di spazio. Ricordi. Emozioni. Pause e moti dell’anima. Elementi fisici, emotivi, spirituali. Ad uno ad uno si susseguono, come i giorni della vita, in una raccolta di 55 liriche: veloci, pregnanti, intense di sentimento, di passione e di dolore. Quelli di una donna che osserva lo scorrere dell’esistenza: doni ricevuti, attese premiate e poi smarrite, passioni consolidate o incrinate dal tempo e dal destino. Desideri e speranze trattenute nel cuore, lasciate al tempo. Nulla si nega, tutto si accoglie nell’abbraccio di una madre che cerca di dare respiro alla vita dei figli, che li sostiene senza annullarli nel silenzio carico di parole e di sguardi.

Recensione a cura della Book Therapist

Marilena Tocci:

Come a invogliare a percorrere il viale dei ricordi, la copertina del libro, presenta un sinuoso tratturo campagnolo costeggiato da verdi prati e alti cipressi. I ricordi sono di Claudia Calderoli, insegnate bergamasca che si è dedicata alla stesura di 55 poesie brevi ma d’impatto. Il titolo è assaggio e anticipo del contenuto. “Concludendo”, (etimologia: con + chiudere), subitaneamente fa intendere sia un terminare sia un realizzare qualcosa. Concretizzare. Intestazione a effetto per un libro di liriche personali, dove intimi pensieri e nitide rimembranze sono amalgamati e rivelati. La Calderoli del resto è poetessa pluripremiata e apprezzata da un vasto entourage, che vede in lei sia bravura d’autrice che sensibilità d’artista. Nelle pagine intuiamo gli inciampi emotivi di donna, gli sgambetti che la vita riserva a tutti per spronarci a rialzarci, i passi di chi vuole incidere impronte indelebili sulle evanescenti dune del tempo che scorre. Leggendo il testo si sente un “tic tac” continuo, ossessivo ma non fastidioso, come quello di un metronomo che dona ritmo, ma suggerisce di vivere intensamente il presente. Del resto le poesie sono accoppiate a istantanee che immortalano attimi. Vi è del mistico, nelle foto come nelle strofe: campanili, chiese, oppure orizzonti lontani e radure spaziose nelle quali, chi sa osservare oltre la materia, trova momentaneo ristoro o risposte alle proprie domande. “La vita, Parentesi sospesa tra nascita e morte”; questo è l’aforisma centrale del libro. Essenziale nocciolo rintracciabile in tutti i versi dell’opera.

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie

 

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...