Dettagli prodotto

Biografia autrice:

Pam Jenoff autrice bestseller del New York Times. Nata nel Maryland e cresciuta nei dintorni di Philadelphia. Dopo un’esperienza al Pentagono, è stata trasferita al Dipartimento di Stato e poi assegnata al Consolato degli USA a Cracovia, in Polonia. Con la Newton Compton ha pubblicato La ragazza della neve Le ragazze di Parigi Vive vicino a Philadelphia con il marito e tre figli.

Pam

Sinossi ufficiale:

Noa ha sedici anni ed è stata cacciata di casa quando i genitori hanno scoperto che è rimasta incinta dopo una notte passata con un soldato nazista. Rifugiatasi in una struttura per ragazze madri, viene però costretta a rinunciare al figlio appena nato. Sola e senza mezzi trova ospitalità in una piccola stazione ferroviaria, dove lavora come inserviente per guadagnarsi da vivere. Un giorno Noa scopre un carro merci dove sono stipate decine di bambini ebrei destinati a un campo di concentramento e non può fare a meno di ricordare suo figlio. È un attimo che cambierà il corso della sua vita: senza pensare alle conseguenze di quel gesto, prende uno dei neonati e fugge nella notte fredda. Dopo ore di cammino in mezzo ai boschi Noa e il piccolo, stremati, vengono accolti in un circo tedesco, ma potranno rimanere a una condizione: Noa dovrà imparare a volteggiare sul trapezio, sotto la guida, della misteriosa Astrid. In alto, sopra la folla, Noa e Astrid dovranno imparare a fidarsi luna dell’altra, a costo della loro stessa vita.

Recensione a cura di Luisa Bianchi:

Il titolo originale del romanzo “La ragazza della neve” è “ The Orphan’s Tale”, titolo che renderebbe meglio il contenuto e la trama del libro.

Infatti la traduzione italiana a primo acchito potrebbe ingannare il lettore che, fallacemente, crede di trovarsi di fronte a un romanzo romantico, con venature drammatiche. In realtà la scrittura scorrevole e gradevole, rende semplicemente più fruibile e immediato l’accesso a una storia toccante.

L’autrice cerca di romanzare un periodo storico difficile, toccando temi come l’essere donna, la maternità e l’antisemitismo, prendendo spunto da eventi storici realmente accaduti. 

Inizialmente ci si muove su due scenari diversi, ma con lo stesso contesto storico: siamo nei primi anni della Seconda Guerra Mondiale, la Germania nazista ha già conquistato parte dell’Europa, le leggi razziali antisemite hanno già distrutto molte vite.

I vari feedback temporali iniziali ci fanno comprendere come l’odio e la guerra abbiano già influenzato indelebilmente la vita delle protagoniste.

La storia di due donne che si intreccia fino a diventare una sola, il loro passato fatto di traumi e dure scelte rendono il loro racconto a momenti toccante, in altri sconcertante.

L’autrice lascia che il lettore percepisca per tutta la durata del romanzo un senso di oppressione, legato alle persecuzioni razziali e politiche che le protagoniste devono sopportare.

La paura costante della perdita, dell’ineluttabile a cui non ci si può contrappore sono predominanti, con lo scorrere delle pagine si percepisce lo spessore emotivo delle protagoniste, che cercano di contrapporsi e sopravvivere agli eventi.

La lettura è stata molto gradevole, il romanzo riesce a toccare le corde emotive e a scuoterle. La sua genesi, che viene esplicitata dalla scrittrice solo alla fine, rende ancora più toccante il romanzo.

 

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...