Dettagli prodotto

Sinossi ufficiale:

Un drammatico diario giornaliero (che attinge “in presa diretta” soprattutto dalla cronaca cittadina del quotidiano locale “Gazzetta di Messina” ma anche da lettere, telegrammi, documenti e atti del Consiglio Comunale di Messina scovati nei polverosi archivi e mai consultati prima) dove oltre ai tantissimi episodi di tragedie quotidiane, emergono le inadempienze, le impreparazioni, le approssimazioni delle pubbliche istituzioni ma anche gli atti di eroismo, solidarietà e abnegazione. A questa terribile malattia infettiva e alle sue devastanti conseguenze nella città di Messina è dedicato “Cholera Morbus”. un ottimo saggio monografico frutto dei lunghi studi approfonditi e della particolare preparazione di Giuseppe Tomasello. L’autore, non nuovo alle meticolose e pazienti ricerche d’archivio, offre uno spaccato esaustivo su uno dei flagelli, oltre alla peste e ai terremoti, che in passato hanno lasciato il loro violento segno nelle vicende storiche della città.

Recensione a cura di Simona Caruso:

In un periodo terribile come quello affrontato nel corso, praticamente, di tutto il 2020, gravoso sia in termini psicologici, che in quelli economici ed aggravato dalla perdita di moltissime vite umane, mi torna in mente un libro molto molto interessante, relativo all’ ultima grande epidemia di colera avvenuta a Messina nel 1887.

Esso si apre su di un interessante scorcio storico vissuto dalla città dello Stretto, in uno dei suoi momenti più drammatici e funesti, che molto segnò quella generazione.

Magistralmente raccontato, fin nei minimi dettagli. Minuziosamente esposti non già come un semplice romanzo aneddotico, ma come una meticolosa cronistoria sempre precisa e puntuale che non stanca mai, in nessun momento.

Ti coinvolge, invece, al punto tale da sentirsi catapultati inconsapevolmente all’ interno di ognuna delle vicende narrate.

Storie di uomini e donne che hanno subìto sul loro corpo e sulla loro anima, sofferenze inaudite.

Avendone avuto l’ onore di leggerlo tra i primi, al momento della pubblicazione, oltre ad aver goduto di una lettura attenta e scorrevole, ho appreso anche fatti accaduti nella mia città di cui non ero assolutamente a conoscenza.

Gravi carenze igienico sanitarie, di alcuni dei quartieri; opere filantropiche per il sostentamento dei cittadini meno abbienti con, ad esempio, l’ apertura delle cucine economiche; la creazione, da parte della Cassa di Risparmio Principe Amedeo, di un asilo dedicato a quei bimbi divenuti orfani a causa del micidiale morbo. Ma non solo. Da evidenziare anche un altro aspetto molto importante:

Grazie all’ appassionato lavoro dello scrittore Giuseppe Tomasello è stata resa, finalmente, giustizia al Prefetto Achille Serpieri, caduto ingiustamente nell’ oblìo.

Dai resoconti storici, si apprende che si prodigò con valore e grande spirito di sacrificio per Messina, cadendo inesorabilmente egli stesso vittima del terribile morbo.

Nonostante avesse accettato l’ oneroso incarico, direttamente dal suo grande amico Francesco Crispi, quando in città imperversava già il colera nelle sue forme più acute; nonostante essa fosse stata immediatamente abbandonata dal suo predecessore quando, agli albori dello scoppio dell’ epidemia, venne “provvidenzialmente” colto da imprecisati “motivi di salute”,ebbene  nessuna sua effige venne mai riportata tra i Prefetti che sovrintesero Messina.

Ne consiglio la lettura, sicuramente, a coloro che amano profondamente Messina e la sua ricca Storia; agli amanti delle curiosità, come me; a chi vorrebbe/potrebbe trarne spunto per gestire e comprendere l’ attuale Pandemia, proprio grazie all’ accurato lavoro pieno di informazioni utili.

Non dimentichiamo mai che non c’è Futuro, senza lo studio della Storia.

Ricche didascalie, infine, completano brillantemente l’opera e cattureranno l’ attenzione del lettore più attento.

 

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...