Dettagli prodotto

  • ASIN : B087647NC4

  • Editore : Brè Edizioni (17 aprile 2020)

  • Lingua: : Italiano

  • Copertina flessibile : 380 pagine

  • ISBN-13 : 979-1280065117

  • Peso articolo : 644 g

  • Dimensioni : 15.24 x 2.44 x 22.86 cm

  • Clicca qui per acquistare il libro su → amazon

Biografia autrice:

Cristina Romani è nata a Treviglio (Bg) nel 1986. Affronta durante la sua vita un percorso di  cambio di genere che la porterà a vivere determinate esperienze che, grazie alla sua passione per la scrittura, deciderà nel 2018 di provare a raccontarsi durante le pagine di questo libro. Laureata in architettura, appassionata di design, moda e viaggi attualmente vive a Milano e lavora come contabile. Amante degli animali condivide il suo appartamento con i suoi due gatti Kira e Axel.

Sinossi ufficiale:

È un bel viaggio, questo libro. Il viaggio di una vita reale, scritto come una favola, con rimandi anche a molte fiabe, l’autrice/protagonista ammette di essersi ispirata per tutta la vita alle principesse della Disney. Snocciola bene tutto il percorso della vita di una persona che, come ognuno di noi, impara a conoscere l’umanità. E anche a capire che Babbo Natale non esiste se non ci si crede più, che è un po’ quello che accade a Cristina. Lei è disillusa, non crede più alla magia ma solo perché è convinta che la felicità e l’amore verranno dagli altri, che qualcuno, che sia un Filippo, un Manuel, uno Zeus (poco cambia) prima o poi si farà carico delle sue scelte. Aspettava sempre che qualcuno la trattenesse, che non le permettesse di andare oltre per non consentirle di sbagliare. È questo che presto la riduce a sentirsi defraudata di anni irrecuperabili e perduti, ne addossa la colpa all’amore, anzi al suo concetto di amore. L’amore da carrozza di Cenerentola che doveva giungere e risolvere tutte le sue indecisioni e i suoi drammi con la bacchetta magica di Fata Turchina. Un amore che non esiste e se esiste è inquietante, dobbiamo andare avanti di testa nostra perché il Principe che ti sveglia col bacio, poi può sparire e tu ti ritrovi a chiederti per quale ragione hai scelto di dormire e non di vivere.

Recensione: 

Le favole sono allegoria della vita reale, ci trasmettono valori tramite simboli e le vicissitudini del protagonista sono ostacoli per giungere alla realizzazione. C’era una volta Davide. Egli nasce con anima femme e corpo homme, trascorre l’infanzia giocando e notando le prime differenze caratteriali con gli altri maschietti. La scelta di trascorrere ore ludiche con la sorella o rovistando nella fornitissima scarpiera della nonna sono primi indizi di un conflitto interiore. Davide conosce i lungometraggi delle principesse Disney e si sente una di loro perché lo è: è emotiva e umorale come ogni ragazzina. Ne consegue che in adolescenza sperimenta i primi amori, alcuni platonici altri molto meno, alcuni deludenti altri intensi. Ciò che commuove è il dolore con cui descrive il tradimento subito dal fidanzato e la confessione, alla fine del primo del capitolo, di come sentendosi “diverso” non poteva liberamente attuare ciò che gli etero danno per scontato: passeggiate mano nella mano, baci rubati in vie romantiche e isolate panchine. Questo commento lo rivolge a tutti: date valore ai bei momenti che potete vivere! Ogni incontro è stato chiarificatore, ogni amicizia illuminante perché mettevano Davide in discussione, e se la famiglia d’origine non é stata un modello di comprensione nel delicato momento dell’outing, la famiglia che si é scelto, composta da amiche navigate e ironiche, gli ha reso più agevole il cammino introspettivo tra aperitivi, materie universitarie, serate in discoteca. Una cosa è certa, man mano che Cristina fa capolino Davide si ritrae, sfuma maggiormente fino alla completa trasformazione. Finalmente fisica e tangibile. Finalmente abbandona la muta Davide, cambia pelle e rinasce, come simbolicamente fa il serpente. Sì, molto spaventoso il mutamento sviluppato, tramite medicinali utili come pozioni. Un impegnativo incantesimo Disney per svelare agli occhi di tutti la principessa Cristina. E vissero felici e contenti.

La Gilda dei Lettori è anche un canale YouTube.

Il progetto per crescere necessita di iscrizioni al canale.

Iscriversi è facile e gratuito.

È sufficiente aprire il link e cliccare su “iscriviti”.

Grazie

Canale YouTube “La Gilda dei Lettori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...