Dettagli prodotto

  • Copertina rigida: 182 pagine
  • Editore: Piemme (12 maggio 2020)
  • Collana: saggi pm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8856675358
  • ISBN-13: 978-8856675351
  • Acquista il libro su → amazon

 

Sinossi ufficiale:

Non sempre i mostri hanno l’aspetto di un orco, con artigli e denti aguzzi. Talvolta i mostri sono invisibili, impalpabili. Per Paola Perego, come per tante persone, il mostro sono stati gli attacchi di panico. Durante un attacco di panico ci si sente morire. È un’esperienza che mette allo scoperto la nostra parte più intima, più vulnerabile e in qualche modo più misteriosa: chi non ne ha mai avuto uno fatica a capire, e chi lo ha provato, spesso, se ne vergogna. Ecco perché Paola ha deciso finalmente di raccontare senza filtri la sua vita, in cui tra successi, amori, amicizie e due splendidi figli si è insinuato il tormento della “paura della paura”. Il dolore fisico può essere straziante, ma almeno lo puoi individuare e contenere. Con l’attacco di panico, invece, la paura non puoi afferrarla, l’ansia non puoi arginarla, è là che ti sovrasta e tu non sai nemmeno da dove arrivi. Né tu, né tantomeno chi ti sta intorno. E così il Mostro ha impedito a Paola di fare anche le cose più semplici, come guidare, uscire da sola, farsi la doccia quando in casa non c’era nessuno. La fissava anche dietro le quinte: a volte ha persino fatto irruzione sul set dei suoi lavori più importanti. Questo libro è una raccolta di vittorie e sconfitte, emozioni e paure raccontate a cuore aperto, che vuole far luce su un male molto comune, ma di cui ancora oggi in tanti si imbarazzano. Eppure, condividere il racconto degli attacchi di panico con chi ha vissuto le stesse sensazioni, affrontarli a testa alta, può regalare una straordinaria consapevolezza. E portare a una vera “liberazione”, proprio come è accaduto a Paola. Prefazione di Giancarlo Leone.

Recensione:

L’attacco di Panico viene ribattezzato il Mostro nel libro di Paola Perego che narra la sua vita presa in ostaggio da questa invisibile e intermittente patologia. Tutti coloro che ne soffrono o ne hanno sofferto concordano su una cosa: solo chi lo conosce può capire. In terapia le stesse parole le ripetono i soggetti che soffrono di malattie considerate più invalidanti; depressione, bipolarismo, schizofrenia. Il problema del far comprendere la gravità dell’ansia sta nella sua imprevedibile e latente natura. Oltretutto chi ne soffre implode senza divenire pericoloso per la comunità che lo etichetta semplicemente come troppo “emotivo”o troppo “sensibile”. Ma il Mostro è dentro te, serpeggia nel tuo essere e si manifesta quando meno l’aspetti mandando in corto circuito tutto l’organismo: collassi, ti senti morire per minuti interminabili. È vivere agonie cicliche. Finalmente ne parlano personaggi famosi ed influenzer ma istituzioni e sanità dovrebbero fare molto di più. Il libro è una biografia di Paola che dall’adolescenza alla nascita del nipote è stata dipendente dai farmaci e dagli ansiolitici. Quella donna bella che conduce e gestisce programmi televisivi prima di andare in onda si controlla le palpitazioni tastandosi il polso, si asciuga la fronte dalla sudorazione fredda ogni due e tre. Quella stessa donna che cammina disinvolta e guarda fisso le telecamere non riesce a viaggiare da sola, guidare o fare jogging al parco. La Perego ha affrontato tutto confidandosi con pochissimi, che l’hanno sorretta dai tempi del matrimonio con il calciatore Carnevale ad oggi, nonna di un vivace nipotino. Con la sua opera vuole prestare voce e volto a quelli che attraversano tale disagio e non sono soccorsi adeguatamente. Il libro si conclude con le testimonianze di vip che hanno sofferto dello stesso malessere: Fedez ed Elena Sofia Ricci sono tra loro. Sono incluse foto, pagine dei diari di Paola con grafie e date diversissime. Consigliato, anzi consigliatissimo a chi con l’ansia già convive o deve imparare a conviverci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...