acquistabile qui su Amazon

419ZyIBgyhL.jpg

 

Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile:276 pagine
  • Genere: Noir
  • Editore:Frilli (23 ottobre 2019)
  • Collana:Supernoir
  • Lingua:Italiano
  • ISBN-10:886943379X
  • ISBN-13:978-8869433795

 

Trama

  1. Da pochi giorni i cardinali sono usciti dal conclave riunito dopo la morte di Pio XII, dove hanno eletto papa Giovanni XXIII. Il più accreditato successore di Pio XII era l’arcivescovo di Genova, il conservatore Binni. Niente da fare, troppo giovane. Mentre si consuma la lotta fra i potenti porporati di Curia e i progressisti, nella splendida basilica romana di Santo Stefano Rotondo, sotto i cruenti affreschi con i Martiri del Pomarancio, viene trovato il cadavere massacrato di un ribelle pretino genovese, lì esiliato per punizione da Binni. Sarà proprio l’arcivescovo di Genova a condurre in gran segreto le indagini per scoprire l’assassino di don Volpini, coadiuvato dal giovane vicecomandante della Gendarmeria vaticana, il colonnello Cobianchi. Ma tutto si complica perché il misterioso killer colpisce ancora, da una basilica all’altra, lasciando messaggi come in una atroce caccia al tesoro e sembra aver scelto come vittime alcuni cardinali. Non solo a Roma, ma anche a Genova. Nel mirino dell’assassino o degli assassini ci sarà proprio il cardinale Binni. Perché? Uno spaccato della storia italiana, con il centrosinistra alle porte, le vicende di un conclave che fu al centro di misteri veri o presunti, le lotte tra le mura leonine e quelle che si consumano anche a Genova, negli anni della ricostruzione del dopoguerra, tra i sostenitori di un arcivescovo potente e molto popolare e chi vorrebbe invece una svolta progressista anche nella Chiesa locale.

Recensione a cura di Dario Brunetti

Il cardinale deve morire: Genova 1958 è il nuovo romanzo del giornalista, conduttore e scrittore Mario Paternostro.

Una storia di intrighi e giochi di potere, di orrendi delitti per una trama strutturalmente complessa e articolata ma costruita alla perfezione grazie a un lavoro certosino dell’autore che focalizza l’attenzione sull’anno 1958; l’Italia è sotto la guida del governo Fanfani con coalizione Democrazia Cristiana e Partito Socialista Democratico Italiano segnando pian piano l’insediamento del centro sinistra, pure per la Chiesa è un anno particolare, dopo la morte di Pio XII viene eletto papa Giovanni XXIII.

In questo contesto storico l’autore realizza un’opera di fantasia inserendo personaggi che si collocano bene nella vicenda narrata che si snoda tra Genova e Roma, ad indagare sulla morte cruenta di un prete ci sono l’arcivescovo di Genova, il conservatore Binni accreditato per sostituire il papa Pio XII(posto al quale si è preferito il cardinale Roncalli nonché papa Giovanni XXIII) e il giovane della Gendarmeria Vaticana , il colonnello Cobianchi.

Ma un misterioso killer semina il panico fra i potenti cardinali di Curia, chi è entrato di preciso nel mirino di questo pericoloso criminale? Come si spiega la morte di don Volpini,era un riformista mandato in esilio e forse scomodo per qualcuno?

La tremenda morte di Don Volpini non da pace al cardinale Binni che si sente colpevole per averlo mandato in esilio e si improvvisa investigatore per catturare l’assassino, l’aiuto del colonnello Cobianchi può essere decisivo.

Un noir intenso e suggestivo che inchioda il lettore, depistaggi,macabri ritrovamenti e una scia di sangue decisamente spietata che non sembra dare tregua e alza sempre più l’asticella verso i poteri forti della Curia.

Tanti personaggi impreziosiscono una trama intricata,una storia di fantasia che si mescola con la realtà di quegli anni, l’autore è riuscito a tenere il tutto in equilibrio e a calibrare bene la narrazione con una scrittura fluida e decisa.

Ripercorrere la storia del nostro paese attraverso un potente noir è una buona scelta soprattutto se a raccontarla è un autore del calibro di Mario Paternostro, la grande esperienza in ambito giornalistico è riscontrabile in questo romanzo.

Lettori avvisati!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...