81IR2MVk1PL.jpg

Acquista qui su Amazon

Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 240 pagine
  • Genere: Noir
  • Editore:Frilli (23 ottobre 2019)
  • Collana:Supernoir
  • Lingua:Italiano
  • ISBN-10:8869433765
  • ISBN-13:978-8869433764

 

Trama

Manuel Castigliego, giovane commissario italo-spagnolo, indaga in maniera non ufficiale sulla morte di Freitas, giornalista indipendente, e tra le sue carte trova un post-it su cui è vergata una sola parola: Sheol. Castigliego apprende dal suo amico arcivescovo Delfo Furiesi che, secondo l’Antico Testamento, lo Sheol è un luogo putrido e tenebroso, il regno di tutti i morti senza distinzione sociale, dove Dio minaccia di precipitare gli uomini. Nel frattempo, durante il conclave che elegge papa Celestino VI, un cardinale muore avvelenato. Assassinio o tragica fatalità? La serie di omicidi non finisce qui e le indagini dell’affascinante commissario Castigliego si diramano in più direzioni, fino a prendere in considerazione la teoria dell’umana pietas, ma l’aiuto di un bizzarro anatomopatologo si rivela prezioso. Unico neo: dovrà diradare la frequentazione con la bella Aurora, la sua ultima conquista.

Recensione a cura di Dario Brunetti

Secondo romanzo che vede impegnato il giovane aitante commissario italo-spagnolo Manuel Castigliego a dover affrontare un’indagine nel mondo ecclesiale, arrivando addirittura ad incrociarsi e a render conto al papa.

Un cardinale muore avvelenato e altri cinque si sono salvati e scampati al tragico destino, una catena di strani suicidi che fanno pensare a tutt’altro,ingredienti di un noir avvincente che punta il dito contro la Chiesa.

Cardinali che hanno più di un segreto da nascondere, stratagemmi e insidie che mettono papa Celestino VI in seria difficoltà quando è costretto a dare conto ai propri fedeli e a quei cristiani che vedono la Chiesa Cattolica con maggior diffidenza soprattutto per chi la rappresenta che sembra non essere all’altezza del suo ruolo.

La surrealità e forse l’amplificazione di alcuni eventi all’interno di una storia non mettono in discussione la veridicità di alcune tematiche fondamentali e di notevole impatto, ma forse ritengo che sia l’unico escamotage per rendere una storia credibile che se pur frutto di fantasia e immaginazione perché siamo in un romanzo, si riesce a dare quella giusta incisività creando dei personaggi vicini ad una realtà per nulla distorta.

Maurizi cosi da vita ad un personaggio come Castigliego impegnato in indagini di delicatezza assoluta perché riservate e si muove quasi come un agente segreto, per giunta pure piuttosto belloccio e con gli occhi azzurri e con una ragazza di nome Aurora che dovrà tenere in disparte nonostante sia entrata nelle sue grazie, difficile per uno come lui che ama sentirsi un uomo libero e indipendente. Davvero un bel tipo questo Castigliego !

Grazie all’arcivescovo Delfo Furesi, nonché suo amico, Castigliego indaga in Vaticano, la strana morte di un giornalista e l’avvelenamento da Belladonna di un cardinale serve a mettere in discussione il mondo della Chiesa, che se nel primo romanzo già traballava, qui sembra affondare.

Audace Maurizi come il suo personaggio, si avvale di una lente d’ingrandimento per focalizzare l’attenzione sulla Curia Romana dando vita ad un romanzo d’inchiesta e molto complesso, dotato di un impianto narrativo ben solido e strutturato per una scrittura fluida e immediata rendendo merito ad una storia sfuggente e piena di spigolosità in uno spaccato torbido, pieno di misteri e intrighi, almeno per come lo si vuole rappresentare che lascia quelle tracce alquanto oscure e piene di incredulità nell’intero mondo del Cattolicesimo.

L’autore con questo secondo romanzo, continua imperterrito il suo filone d’inchiesta con un protagonista che si rivela un proprio asso nella manica e direi che Maurizi-Castigliego sono una coppia fin troppo perfetta perché come pochi autori è riuscito a calarsi e a immedesimarsi nel suo personaggio, si è vero Maurizi è un ispettore di polizia ma quanto si è sentito Castigliego? Beh mi piacerebbe davvero chiederglielo !!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...