Dettagli prodotto

Cenni sull’autore:

Lucio Cucinotta, classe 1983, vive a Messina, a pochi metri dal centro della città.
Appassionatissimo di Teatro e Cinema sin da ragazzo, comincia a frequentare dapprima dei laboratori teatrali nella stessa città.
Ben presto, capendo la sua strada e volendo migliorarsi sempre più in quello che attualmente è il suo lavoro, si trasferisce a Catania, frequentando per tre anni un’accademia D’Arte Drammatica. Fonte: “Alettieditore”

Sinossi ufficiale: 

Luci dall’ombra è il titolo di questo romanzo giallo-noir. Il testo tratta vari temi, concentrandosi inizialmente sul tema della pedofilia, che da l’avvio alla prima parte del libro. Pedofilia che viene descritta in maniera cruda e reale e che viene messa in atto nei luoghi più isolati del mondo, dove lontano da possibili controlli, persone perverse e malate si lasciano andare a simili abusi sessuali, nei confronti di bambini innocenti.
Scorrendo lungo le pagine il libro tratterà il tema dell’amicizia. Un legame di per sé forte che viene a solidificarsi in maniera considerevole tra persone che condividono le stesse esperienze. Tratterà quindi il tema della “ricerca” senza sosta, da parte di una ragazza nei confronti del fratello gemello, partito alla ricerca di un padre che credeva morto. Approfondirà anche il tema della povertà del mondo, in seguito alla quale prende vita la C.U.P.O. Ed è proprio questo il tassello principale, attorno al quale ruota tutta la vicenda. Un’organizzazione con scopi benefici nata da un gruppo di persone ricche, che allargandosi nel suo agire ed operare, assorbe all’interno di sé persone che
hanno fini diversi agli scopi benevoli iniziali dell’organizzazione stessa.
Il finale ritorna come un boomerang al titolo stesso del libro, ricostruendo la speranza di poter vedere appunto “Luci dall’ombra”.

Recensione

Luci dall’ombra è il secondo romanzo di Lucio Cucinotta. Libro che senza mezze misure, né riserve, narra della pedofila, in maniera diretta e trafiggente. Per i temi trattati e le scene presenti, consiglio la lettura a partire dai 16 anni.

A proiettarci nell’oscurità o meglio nell’ombra è senza alcuna remora il primo capitolo (il bordello). Esso è piuttosto crudo e spietato. L’apertura di “Luci dall’ombra” è volutamente angosciante, ansiogena e agghiacciante. L’autore esordisce dimostrando ottima capacità descrittiva, sia per quanto concerne l’ambientazione, sia per le percezioni testimoniate dai personaggi. Lucio Cucinotta immerge da subito il lettore nella tremenda realtà della pedofila, con forza e presunzione, come se volesse forzare lo sguardo di chi ignora questa spaventosa disumanità. Lo scrittore, attraverso la trascrizione meticolosa e “viva”, dell’abuso sul piccolo Romeo (detto Sesè), riesce a portare alla luce, alla coscienza, verità taciute e mondi sinistri.

Il capitolo “il bordello” mi ha angosciato. Durante la lettura ho provato emozioni violente e amare, che sono mutate in “spiacevoli” sensazioni fisiche. Un sincero plauso all’autore per tale trasposizione! Non è da tutti provocare tali reazioni ai lettori.

La narrazione prende forma nel “non luogo”. L’assenza di un’ambientazione specifica esorta implicitamente il lettore a contestualizzare l’amara concretezza della pedofila nel mondo reale e quindi a non percepirlo soltanto come “mero” fatto di cronaca. Scelta non casuale, ma intelligente e prefissata.

Oltre la pedofila trovano ampio spazio valori morali quali: rinascita personale, amicizia e lotta per la giustizia!

Sono palesi forza d’animo e grinta dello scrittore. Si percepisce anche un considerevole logorio e travaglio interiore, dovuto probabilmente all’entità del romanzo.

Il quadro psico-emotivo dei personaggi è degno di nota. La personificazione è ben articolata. Ogni personaggio ha una propria e peculiare struttura: fisica, psicologica, emotiva e caratteriale. L’accurata concezione dei personaggi dona loro vita e li trasforma, nel pensiero del lettore, in persone “reali”; caratteristica di grande rilevanza nei romanzi verosimili.

 A rendere ancor più coinvolgente la vicenda è lo straordinario intreccio interpersonale, che cinge i personaggi in una nuova amicizia risanante. È talmente intenso il legame ottenuto che esorta gli amici a unire le forze per scovare la verità a ogni costo!

Una storia amara, dura da “digerire”, che sottolinea realtà oscure e oscene, ma che grazie al forte ardore di rinascita e giustizia, mostra anche “Luci dall’ombra”.

Una nota stonata, che per dover di critica segnalo, è la presenza di diversi refusi, dovuti probabilmente alla superficiale revisione del romanzo.

Lettura caldamente consigliata agli amanti del genere.

 

 

Un pensiero riguardo “Recensione del libro “Luci dall’ombra” Lucio Cucinotta.

  1. Ciao complimenti per il tuo blog 🙂
    Se ti va, passa a trovarci! Siamo tre ragazze, tre amiche che scrivono recensioni di libri, articoli di letteratura, cinema, serie tv, storia, arte… ti aspettiamo 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...