Sabato 12 maggio alle ore 20:00 il teatro “Clan Off” è stato spettatore dell’illuminante intervento del Professore Roberto Marchesini sul tema rapporto uomo-cane.

In tale occasione il Prof. Marchesini ha presentato il libro “L’identità del cane”.

Libro acquistabile qui → su amazon

Roberto Marchesini laureatosi in medicina veterinaria all’università di Bologna nei primi anni ottanta, è sin da ragazzo amante della vita e dei misteri che la circondano. Nel corso degli studi si appassiona sul comportamento degli animali. Passione che lo conduce alla “porta” dell’illustre Dott. Giorgio Celli, stimato etologo e docente universitario. Fra i due scienziati nasce una forte sinergia, che si traduce in un eccellente lavoro di squadra sullo studio delle interazioni sociali degli imenotteri. Il Prof. Marchesini per cinque anni studia, analizza, confronta (con il supporto della macrofotografia), i comportamenti invisibili all’occhio nudo, della vita quotidiana di diversi insetti. Nello specifico riesce a immortalare rituali di corteggiamento, di accoppiamento e di trofallasi fra gli insetti.

L’ardore per la conoscenza del mondo animale lo incita ad ampliare competenze e studi scientifici. Oggi il Prof. Marchesini è uno dei maggiori esponenti internazionali dell’etologia. “L’etologo è interessato alla diversità, la cosa peggiore, il peccato mortale per un etologo è l’antropomorfizzazione!”

Il Prof. Marchesini durante la presentazione del libro, punta l’attenzione su tematiche di grande interesse globale, sottolineando che gli animali, in questo caso i cani, possiedono comportamenti dettati da fattori innati. È responsabilità dell’uomo considerare elemento imprescindibile la presenza di atteggiamenti atavici propri del cane, altrimenti il rischio è d’innescare meccanismi di disagio e disturbi del comportamento nell’animale. Per un sano rapporto uomo-cane, occorre ricordare che i cani, non sono peluche e devono poter esprimere la loro natura in armonia con l’uomo.

“Il cane è un animale fortemente collaborativo, desidera fare lavoro di squadra con l’uomo e necessita di un degno e autorevole, non autoritario, capo squadra.”

Il Prof. Marchersini si sofferma molto anche sugli effetti dannosi dell’eccessiva urbanizzazione, deforestazione e distacco dalla vita rurale. Fenomeni che causano conseguenze rilevanti nella vita dell’uomo, degli animali e sull’eta evolutiva dei bambini, ai quali viene “negato” il contatto con il mondo “originario” che li accoglie. Continua Marchesini, ispirato dal concetto di “società liquida”, espresso dal sociologo, filosofo, Zygmunt Bauman, che l’uomo oltre a perdere il contatto con la natura e gli animali sta compiendo un gesto assai grave, sta trasformando i cani in entità liquide, pretendendo che essi assumano “la forma” desiderata, quale, pseudo bambini da passeggiare con il passeggino, peluche mascherati […]

Altro aspetto che il Prof. Marchesini ha evidenziato è la sostanziale differenza tra benessere e comfort. “Il benessere per i cani, come per gli umani, si conquista esprimendo ciò che si è, e per farlo bisogna vivere la propria natura”. Il comfort è un aspetto che non necessariamente sfocia in benessere per il cane. Esistono tanti tipi di maltrattamento sui cani, diversi dalla violenza, dalle percosse, ma sono altrettanto gravi, quali, eccessiva inattività, pigrizia, mancanza di corretta leadership. Oggi, spiega il Professore, si tengono i cani sotto una campana di vetro. “Subiscono” troppo riposo, privi di poter vivere la loro natura di animali predatori, cacciatori, pastori; questo modo di gestione del cane innesca nel tempo notevoli disturbi del comportamento che causano elevato disagio sia al cane sia al padrone.

Concludo amici lettori, che conoscere e ascoltare il Prof. Marchesini è stato un arricchimento considerevole, e sono giunto all’idea di quanto sia necessario maturare un senso profondo di responsabilità e consapevolezza sui nostri cari amici a quattro zampe. È doveroso conoscerli, apprezzarli, amarli, “viverli” anche per la loro diversità, a tal scopo, la lettura del libro “L’identità del cane” del Prof. Marchesini è preziosa!

L’evento è stato realizzato grazie alla brillante sinergia instauratasi fra diverse figure e ruoli. La calorosa ospitalità dell’associazione culturale “Clan degli Attori” di Mauro Failla e Giovanni Currò. La staordinaria organizzazione dell’evento è stata gestita dall’associazione culturale “Human” del Dott. Fabrizio Saffioti insieme all’ordine dei Medici Veterinari di Messina. L’ordine dei Medici Veterinari ha offerto ai presenti un generoso buffet. La partecipazone attiva del Dott. Nicola Barbera, Presidente dell’ordine dei Medici Veterinari della provincia di Messina e del VicePresidente Dott. Marco Pollino, dell’ex Presidente Dott.ssa Iole De Luca, nonché di un pubblico “variegato” composto da medici veterinari, educatori cinofili, animalisti, volontari, amanti degli animali.

Trattandosi di libri, non potevano mancare “Le due Gilde”. Infatti eravamo presenti sia io, in qualità di titolare di questo blog “La Gilda dei Lettori” sempre a caccia di libri e storie da leggere e raccontare, sia l’ineguagliabile staff della stupenda libreria messinese “La Gilda dei Narratori”. Team della libreria “La Gilda dei Narratori” che come sempre si contraddistingue per zelo, professionalità e grande amore per la cultura.

Iscriviti anche tu al nostro canale YouTube. Clicca → qui

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...