Acquistabile qui su Amazon

Formato : Kindle

Lunghezza : 193 pagine

Lingua : Italiano

Anno di pubblicazione :23 maggio 2016

Cenni sull’autore

Andrea Gerosa

E’ nato a Verona il 3 Aprile 1965, e vive a San Martino Buon Albergo, un paese a pochi chilometri dalla città con la propria famiglia. Ha scoperto il fascino della scrittura con il suo primo romanzo ” Granelli di sabbia”, edito nel 2014 , che lo ha fatto emergere nella schiera degli esordienti, grazie ad un coro di commenti positivi. Ora si cimenta in un solito connubio , quello tra il crimine, che rimette in gioco la tenacia dell’ispettore Veloso, e l’Alzheimer, che da malattia si trasforma in arma micidiale.

Trama

Cosa può collegare l’omicidio di un vecchio malato  con la passione per le Edicole Votive e la testa mozzata di un uomo rinvenuta in una capiente boccia di vetro?

Un interrogativo apripista per un’indagine lunga e complessa che attende l’ispettore Luca Velosoù alle prese con delitti assai efferati, dove un killer non sembra mai dare fine ad una scia di sangue che mette alle corde una città stilisticamente raffinata come Verona.

Luca Veloso riuscirà con la sua solita sagacia a ricomporre le tessere di un mosaico scavando nel passato, senza sottovalutare un’ambiziosa giornalista di cronaca nera che vuole avere un ruolo da protagonista e non vuole in alcun modo lasciare il campo libero all’ispettore.

Recensione di Dario Brunetti

Dopo l’esordio con Granelli di sabbia,  torna Andrea Gerosa con il suo secondo romanzo dal titolo Oscura memoria, un thriller assai cruento meno elaborato del precedente che tende a focalizzare l’attenzione del lettore su una delle malattie più frequenti e insidiose al giorno d’oggi, il morbo di Alzheimer.

Se nel primo romanzo l’elemento principale era la sabbia qui invece è la memoria e Gerosa con il protagonista Veloso si serve di qualcosa di prezioso e fondamentale per sviluppare un thriller che mescola un’indagine attorno ad una pericolosa malattia degenerativa come l’Alzheimer con la bellezza di una città come Verona sfruttando l’Edicole Votive (piccoli templi per custodire immagini sacre) per catturare il lettore.

L’indagine si va a incanalare sui giusti binari e a giovarne e il thriller di Gerosa che affina sempre di più la sua tecnica narrativa, con un protagonista come Veloso integro moralmente che non cede alle lusinghe e non si fa corrompere,  sempre apprezzato, riesce a portare a compimento l’incarico che gli viene assegnato,una vera carta vincente per la squadra di Verona.

Oscura memoria è un romanzo avvincente che scuote il lettore e che riesce a soffermarsi sugli effetti dannosi che può provocare il morbo di Alzheimer, una malattia che si rivela un’arma micidiale e che sembra non dare via di scampo.

Nel leggere le pagine di questo romanzo intravediamo la luce della speranza che è quella della ricerca affinchè questa malattia venga sconfitta e debellata e unendoci allo scrittore è più che doveroso credere che un giorno si possa riuscire.

Un thriller strutturalmente complesso e direi sperimentale dove il buon Gerosa è riuscito a convincere il lettore, non ci rimane che attendere il terzo romanzo dal titolo Anime mute e son sicuro che lo scrittore saprà sorprenderci ancora una volta !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...