Formato: Formato Kindle
Lunghezza stampa: 139
Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
Lingua: Italiano
ASIN: B06XGKQ2TC
Acquistabile qui → su amazon

Cenni sull’autrice:

Annalisa Pergolizzi è nata il 22 agosto del 1991 a Catania, dove tutt’oggi risiede. Tra i suoi obiettivi vi è la conquista della laurea in Psicologia Clinica Forense, materia che la appassiona. Tra i suoi interessi vi sono anche: la fotografia, la moda e la pittura. Ella con spiccata sensibilità osserva i drammi sociali di città come Catania, segnate in maniera indelebile dalla criminalità di stampo mafioso.

Trama:

Clara è una ragazza che sin dall’adolescenza vive la sua vita sotto l’ombra di don Calogero, un potente mafioso siciliano, con cui la famiglia aveva stretto dei rapporti economici sfavorevoli. Con il passare del tempo la catena che lega Clara a don Calogero si fa sempre più corta, complice anche la disagiata situazione economica in cui versa la famiglia. La vita di Clara diventa un vero inferno. Ella viene letteralmente venduta a don Calogero per ripagare i debiti del padre, ma lei è decisa a non arrendersi.

Recensione Marco Schifilliti:

Il racconto è senza alcuna remora notevole e lascia l’impronta nell’animo del lettore. La “fantasia” o la percezione dominante è un viaggio alla scoperta dello spirito turbato dei personaggi principali, maggiormente di Clara.

L’autrice racconta un triste squarcio della “società” meridionale, dove ogni giorno, in silenzio, con radicata omertà si compiono abusi sessuali, atti di pedofilia e annientamento dell’animo delle vittime che rimangono crudelmente marchiate a vita.

Attraverso le angosce e patimenti di Clara viaggeremo nei meandri di una realtà logora e marcia.

Clara è una ragazza Catanase, segnata da un’infanzia mai vissuta, mai potuta apprezzare né capire, in cui abusi e sofferenze lasciarono cicatrici profonde e indelebili nel cuore e psiche della bambina, che a soli quattro anni fu venduta dal padre a Don Calogero, come oggetto per soddisfare le perversioni di uomini malati e degeneri .

Clara “inevitabilmente” e “paradossalmente” legata a Don Calogero (uomo potente e temuto da tutti), lotta, reagisce, non cede ai patimenti, e con enormi sacrifici e una forte dose di ostinazione per la conquista di una vita “normale” riesce a trovare il proprio “posto” nella vita a Milano, città in cui scopre l’amore vero, l’amore puro.
Amore che riempe il cuore di Clara non soltanto di gioia, ma anche di paura per le conseguenze che potrebbero scaturire se Don Calogero li scoprisse.
L’autrice usando uno stile di scrittura “nudo e crudo” riesce a trasportarci dentro un mondo che vive nell’ombra, dove potenti e prepotenti regnano anche grazie alle debolezze di un sistema corrotto, marcio e soprattutto complice. Il romanzo racconta scene piuttosto forti, che inducono nel lettore non soltanto “disgusto”, ma anche voglia di “riscatto”. Lo stesso riscatto per il quale Clara ha lottato tanto, senza mai darla vinta alla paura, alle ferite dell’anima.

Non è un romanzo per i giovanissimi. Storia dura, scene forti.

Rivolgo i miei personali complimenti all’autrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...