Sono seduta in cucina, difronte la finestra, osservo fuori il mio pensiero che vola verso Manuela.

Manuela personaggio straordinario, che mi ha rapita fino all’ultima pagina. Personaggio che ho seguito con cura e costanza, forse come dice Andrea, “nella speranza di proteggerla”. Alla fine del libro ho percepito un senso di vuoto. Immaginandomi nei panni di Andrea!

La trama è una delle tantissime realtà che purtroppo ogni giorno moltissimi giovani vivono. Le difficoltà nella società di oggi portano i giovani a commettere atti di disperazione. Proprio perché quel passo, l’ ultimo passo porta a un sentiero senza via d’uscita.

Ammetto che iniziai a leggere questo libro mesi a dietro, non lo continuai per vari motivi personali, che non hanno fatto scattare quel meccanismo di lettura continua. Ripresi a leggere quando la mia mente si alleggerì, e a dir poco, lo divorai. Quindi consiglio di iniziare la lettura a mente serena.

Lo scrittore non si è preoccupato di nascondere punti crudi e pesanti, descritti con maestria. A mio parere sono i pezzi più significativi che danno vita a questo manoscritto!

Non so come descrivere ciò che ho provato in tutta la lettura, vivevo semplicemente insieme ai protagonisti, pagina dopo pagina, parola dopo parola.
Come se mi trovassi insieme a loro, come se facessi parte del loro gruppo…

La paura di ciò che poteva succedere… Il pensiero di ciò che li circondava… Il terrore raffigurato sui volti delle vittime. Elementi che a Manuela rimasero incisi nella mente fino alle fine, come rimangono impressi anche nei pensieri del lettore.

Le descrizioni sono ben definite e proiettano il lettore verso una nuova vita, piena d’angoscia insieme ai protagonisti.

Lo consiglio a un pubblico adulto, che abbia voglia di cimentarsi in storie che mettano a dura prova la loro “forza”.

Rivolgo i miei complimenti a Roberto Ottonelli per questo capolavoro.
Spero di leggere presto un altro tuo libro.

 

Acquistabile su amazon –> http://amzn.to/2z4718H

 

TRAMA:

Narrativa – romanzo (168 pagine) – Un salto all’inferno, fin nelle sue viscere, al ritmo veloce e assordante del metallo pesante. Vi sentirete smarriti, ma non potrete fare a meno di arrivare fino all’uscita… sempre che esista. Una storia molto più vera di quanto possa sembrare.

Manuela e Andrea si conoscono in un istituto per minori in un incontro che sembra superficiale e tipico di quell’età. La vicenda umana dei due ragazzini, che nel frattempo percorrono strade differenti, si intreccia con quella di tanti personaggi che conducono Manuela verso l’abisso morale e materiale, incapace di qualsiasi reazione, fino a convincersi di non poter meritare nulla di meglio. Entra a far parte di un gruppo dedito a rituali di ispirazione satanica, che sembra implicato in una serie di nefandezze orribili, da cui non riesce a liberarsi. Il male penetra in profondità nelle anime. Manuela è un essere disilluso e senza speranza, ma, proprio quando tutto sembra perduto, trova, inaspettata, una luce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...