Adesso è ufficiale!

Abbiamo la certezza.

Alcuni  studi scientifici  analizzano e valorizzano il nobile e valoroso “lavoro” che svolgono i libri su di noi.

Sappiamo già che la lettura rilassa il nostro corpo e mente, ma adesso è noto che aiuta a sentirci bene con noi stessi e migliora la nostra empatia. 

Andiamo insieme a scoprire di più sull’argomento:

Uno studio dell’Università del Sussex ha testato il livello di stress su diversi volontari. Essi sono stati sottoposti a vari esercizi di lettura.
Test che teoricamente avrebbero dovuto aumentare i livelli di stress.
I risultati dimostrano che dopo trenta minuti di lettura, la loro tensione muscolare e il battito cardiaco diminuiscono del 70%, e progressivamente raggiungono livelli inferiori rispetto a quelli registrati inizialmente.
L’università ha sottoposto i volontari a diverse attività per stimare i livelli di stress, quali ascoltare musica, camminare, o semplicemente giocare con i videogiochi. I ricercatori hanno concluso che la lettura è cosi efficace da far rilassare il nostro cervello al punto da distrarlo  anche dall’impegno muscolare necessario per la lettura stessa.

Nel 2013, alcuuni neurologi della “Emor University”, hanno dimostrato che la lettura aumenta le connessioni tra varie regioni del nostro cervello.
L’effetto di queste connessioni dura anche giorni dopo aver terminato la lettura. Per verificare queste dati si chiese a diversi volontari di leggere il libro “Pompei” di Robert Harris, 30 pagine alla volta, per 9 sere consecutive. Ogni mattina si eseguivano su di loro risonanze magnetiche, che mostravano un aumento della connettività nell’area del cervello associata al linguaggio. Questo vuol dire che gli effetti della lettura della sera erano ancora operativi al mattino seguente.

Altra scoperta importante:

hanno scoperto che la connettività si palesava anche nel solco centrale del cervello. Secondo loro questo dato significa che quando leggiamo si attivano gli stessi neuroni che lavorano durante l’attività fisica.

Un altro studio della “Emor University” del 2012, asserisce che dinanzi a una metafora tattile si attivino le stesse regioni celebrali di quando tocchiamo qualcosa. Infatti la Emor University dimostra che leggere estratti di letteratura faccia crescere empatia e intelligenza emotiva in misura molto più elevata rispetto a quando ci buttiamo in libri di testo letterari. Più noi leggiamo più siamo in grado d’intuire ciò che gli altri pensano.
Esitono tanti motivi che ci portano a prendere la strada della lettura…

– La lettura aiuta a superare la depressione.

– Leggere varia la nostra realtà.

– Una validissima alternativa alla TV SPAZZATURA.

– Coccola la nostra mente e appaga ogni senso.

– La tua immaginazione riprende vita.

– E’ il segreto di nuovi sorrisi.

Esistono tanti altri validi motivi….

Voi quali conoscete?

Aspetto i vostri commenti sotto il post.

Un abbraccio amici lettori. Un ringraziamento di cuore da tutti noi che ci seguite.

P.S DIMENTICAVO LA PIU’ IMPORTANTE… LA LETTURA E’ VITA!

 

 

Un pensiero riguardo “Perché leggere? – Ecco qualche buon motivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...